Territorio

Territorio

Pula, con il suo favoloso microclima, rappresenta una realtà ancora tutta da scoprire.

20 km di costa,

7000 ettari di foreste.

Lunghe spiagge bianche di sabbia finissima, piccole baie strette tra promontori rocciosi, un mare trasparente che riprende ed esalta l’azzurro del cielo. I monti, i boschi, i ruscelli del Parco Naturale del Sulcis. Un clima mite d’inverno, mai troppo caldo d’estate. Infine, un patrimonio culturale di valore assoluto. È questa la formula base per una vacanza a Pula, ideale per tutte le età e per tutte le stagioni.
Il suo territorio immenso comprende ambienti naturali variegati: coste rocciose, un mare cristallino e spiagge di grande bellezza e varietà che vanno da quelle estese di Santa Margherita a quella di Nora.
Nelle vicinanze di quest’ultima si trova la laguna omonima, che comprende un ramificato sistema di canali ed isolotti che caratterizzano la foce del torrente Rio Arrieras, ed è separata dal mare dalla penisola Fradis minoris formazione geologica, nota come Panchina Tirreniana, ricca di inclusioni fossili.
La Laguna è sito di sosta di numerose specie di uccelli tra le più rappresentative dell’avifauna costiera tra cui il raro gabbiano corso, del quale la Laguna di Nora è il principale sito di nidificazione in Italia. Le acque della Laguna sono popolate da pregiate specie ittiche ed è viva l’attività di pesca tradizionale che viene svolta con le imbarcazioni e gli attrezzi tipici utilizzati nelle lagune sarde.
Non si può dimenticare inoltre l’immenso patrimonio naturalistico delle foreste di Piscina Manna e Is Cannoneris. Meta turistica di forte richiamo per le sue bellezze floro-faunistiche sono considerate le foreste più ricche dell’area sulcitana. Non è raro avvistare il cervo sardo in libertà e gli altri animali. La presenza di alcuni nuraghi e le pareti a strapiombo di Calamixi, rendono particolarmente interessante la visita. La foresta può essere percorsa nella sua viabilità principale e secondaria (alcuni sentieri o mulattiere) grazie ad un sistema di segnaletica esaustiva ai fini escursionistici. La macchia mediterranea, fitte boscaglie di pini e querce attraversate da torrenti, lungo i quali, il mirto e il corbezzolo esalano nell’aria tiepida un profumo speziato che incanta coloro che attraversano gli antichi sentieri verso un viaggio a ritroso nel tempo alla riscoperta d’antiche civiltà e di quel contatto ormai perduto con la natura.
Il primo albergo di Pula fu inaugurato nel 1956. Da allora la cittadina si è progressivamente distinta per la sua organizzazione e per l’ospitalità dei suoi abitanti. Oggi i turisti possono contare su un’offerta alberghiera di prim’ordine e su strutture di prestigio internazionalmente riconosciuto. Gli alberghi sono in grado di offrire ai propri ospiti servizi ricreativi di ogni tipo, ma anche chi scegliesse una sistemazione diversa potrà disporre di un’ampia gamma di opportunità. Vediamole